INNOVA PER L’ITALIA: COS’È E A CHI SI RIVOLGE

L’Italia si trova in questo momento ad affrontare un emergenza a cui non era preparata. Il Covid-19 ha messo in ginocchio il sistema sanitario e le aziende sono chiamate a dare un contributo nel monitoraggio e contenimento del virus.

“Innova per l’Italia” è un’iniziativa congiunta del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano, del Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli e del Ministro dell’Università e Ricerca Gaetano Manfredi, insieme a Invitalia e a sostegno della struttura del Commissario Straordinario per l’emergenza Coronavirus Domenico Arcuri.

Ma di cosa si tratta? “Innova per l’Italia” è un invito alle aziende, università, enti e centri di ricerca pubblici e privati, associazioni, cooperative, consorzi, fondazioni e istituti che, attraverso le proprie tecnologie, possono fornire un contributo nell’ambito dei dispositivi per la prevenzione, la diagnostica e il monitoraggio per il contenimento e il contrasto del diffondersi del Coronavirus in Italia.

Nella pagina di presentazione viene spiegato come l’iniziativa è volta ad incentivare la riconversione industriale delle proprie tecnologie per la produzione di:

  1. dispositivi di Protezione Individuale e respiratori artificiali;
  2. Tamponi, elementi accessori e altri strumenti per la diagnosi facilitata e veloce;
  3. Tecnologie e strumenti per il contenimento, monitoraggio e contrasto della diffusione del virus.

In pratica si richiede alle aziende e alle varie associazioni di mettere a disposizione il proprio know how per trovare possibili soluzioni nell’ambito della prevenzione, diagnostica, trattamento e monitoraggio per superare insieme questo momento di difficoltà.

Chi vuole partecipare può compilare il form pubblicato sul sito del ministero