La tecnologia al servizio dell’uomo: il nuovo umanesimo digitale è già qui

Utilizzare la tecnologia per fare del bene e risolvere le questioni sociali che da tempi lontanissimi affliggono la nostra società è lo scopo ultimo di una rivoluzione degna di chiamarsi tale.

La rivoluzione tecnologica, infatti, sta generando opportunità finora impensabili ma senza un impatto sociale positivo rischia di diventare una rivoluzione mancata.

Ultimamente stiamo assistendo a un fenomeno davvero interessante. Molti analisti puntano a mettere al centro in maniera strategica ed etica la “persona”, che diventa in tal modo la protagonista degli ecosistemi digitali.

Cosa vuol dire tutto questo? Che le organizzazioni devono strutturarsi in modo tale da porre le persone al centro di tutti i progetti della trasformazione digitale. Per raggiungere i diversi obiettivi della digital transformation, non bastano le migliori tecnologie: il successo è in mano agli esseri umani.

Comprendere i bisogni delle persone grazie alla tecnologia

La tecnologia digitale diventa il canale privilegiato per conoscere e approfondire i bisogni e le attitudini della gente.

L’uomo infatti è circondato da una serie infinita di connessioni che altro non fanno che sviluppare interessi e nuove esigenze in ogni singolo soggetto.

Grazie a queste interazioni vengono generate quantità straordinarie di dati (i cosiddetti Big Data) che saranno a nostra disposizione per offrire prodotti/servizi sempre più incredibili.

La vera sfida sarà capire come gestire correttamente questa mole di dati, ma sarà anche una grande occasione per poter realizzare progetti ambiziosi e meccanismi virtuosi.

Disporre di tantissimi dati e sapere come utilizzarli, significa cambiare il modo di prendere decisioni, sia per il proprio business sia per l’intera società.

Fare qualcosa di significativo…

Gli scenari aperti dalla tecnologia della trasformazione digitale portano alla soluzione di problemi sociali complessi come il cambiamento climatico, le disuguaglianze sanitarie, la scarsità di risorse energetiche, lo sviluppo urbano e la crescita industriale.

L’innovazione tecnologica, se ben governata, è in grado di costruire attorno all’uomo un mondo equo, prospero, sostenibile e sicuro non solo per generazioni attuali ma anche per quelle future.

Il concetto è quello di sfruttare le tecnologie non solo per favorire il progresso delle aziende che decidono di adottare modelli di Industria 4.0, ma utilizzare tutte le tecnologie digitali per impattare positivamente sulla società.

Significa che le tecnologie saranno e dovranno essere impiegate per migliorare la qualità di vita, indipendentemente dall’età, dal sesso, dalla lingua o da altri fattori.

…per una vita migliore

L’integrazione tra mondo reale e mondo digitale non deve quindi mai perdere di vista l’essere umano, a cui la tecnologia deve offrire l’opportunità di ridurre lo stress, aumentare la sicurezza, preservare l’ambiente in cui vive e soprattutto raggiungere la felicità: in parole povere, vivere una vita migliore.

Questo è, per noi di Beatreex, l’umanesimo digitale a cui stiamo andando incontro.

Andrea Fulginiti

Delivery Manager di Beatreex